Ihr Webbrowser ist veraltet und wird von Microsoft Windows nicht mehr unterstützt. Aktualisieren Sie auf einen neueren Browser, indem Sie eine dieser kostenlosen Alternativen herunterladen.

Nessuna deforestazione

In qualità di produttore leader a livello internazionale nell’ambito dei prodotti spalmabili di origine vegetale, Upfield interpreta la propria visione per un «miglior futuro vegetale» come uno stimolo a reperire gli ingredienti necessari per i propri prodotti in modo tale da garantire la ricchezza del prezioso ecosistema mondiale e la tutela del nostro pianeta a vantaggio delle generazioni future.

In considerazione degli effetti devastanti della deforestazione, Upfield si impegna quindi pienamente a favore di acquisti consapevoli per i propri ingredienti, tra cui l’olio di palma e di soia ma anche i materiali per il confezionamento come cellulosa e carta e per il rispetto delle direttive interne all’azienda e la garanzia di trasparenza. In questo modo possiamo garantire che la catena di fornitura di Upfield non comporti deforestazioni e spinga a un cambiamento di rotta in tutto il settore.

Olio di palma: acquisti sostenibili al 100%

Upfield utilizza l’olio di palma in diversi suoi prodotti. Apprezziamo i numerosi vantaggi a livello economico e di salute che l’olio di palma è in grado di offrire rispetto ad altri ingredienti. Tra questi rientrano l’efficienza dei raccolti, il rendimento, la consistenza e il sapore.

Siamo al tempo stesso consapevoli degli effetti sull’ambiente legati all’acquisto di olio di palma. Per questo motivo, il 100% dell’olio di palma per i nostri prodotti è certificato sostenibile. Entro dicembre 2019 desideriamo raggiungere l’obiettivo della piena tracciabilità. Così saremo precursori nell’ambito degli alimenti a base vegetale

Flora Plant™ acquista esclusivamente olio di palma cosiddetto «segregato»: questo significa che il nostro olio di palma è certificato e viene separato dall’olio convenzionale. Contiene olio di palma fisicamente sostenibile proveniente da una o più piantagioni certificate RSPO.

Per garantire che per la produzione dell’olio di palma da noi utilizzato non si verifichino disboscamenti, ci impegniamo sui seguenti punti: 

  • nessuna conversione di regioni ad alto valore conservativo / di riserve naturali;
  • nessuna conversione di boschi con elevate scorte di carbonio;
  • nessuna bruciatura in preparazione a nuove piantumazioni/ripiantumazioni;
  • graduale riduzione delle emissioni di gas serra da parte dei fornitori attuali.

Link a: www.rspo.org

Controlli e verifiche con l’aiuto dei satelliti

La certificazione è una modalità importante per garantire che non si verifichino disboscamenti lungo la nostra catena di fornitura. Ci procuriamo il 100% dell’olio di palma da fonti certificate sostenibili e ci impegniamo a controllare e verificare il rispetto delle nostre linee guida.

Lo facciamo dal settembre 2019, tra l’altro in collaborazione con Starling, un’azienda di Airbus ed Earthworm. Starling dispone di una tecnologia di monitoraggio satellitare innovativa grazie alla quale immagini ad alta risoluzione e dati radar possono osservare variazioni alla superficie del terreno. La mappatura delle dislocazioni dei frantoi lungo la nostra catena di fornitura consente infatti di scoprire dove si potrebbero verificare disboscamenti. Il primo esperimento pilota è stato eseguito in Indonesia, dove si trova il 50% del nostro olio di palma e il 70% dei frantoi della nostra catena di fornitura dall’elevato potenziale di rischio. Nel 2020 amplieremo questo impegno e copriremo l’intera catena globale di fornitura di olio di palma.

Bloccare il disboscamento delle foreste è una grande sfida. Potendo seguire ciò che accade in loco, abbiamo già compiuto un primo passo importante. Così possiamo intervenire in modo più veloce e mirato.

Nel seguente filmato viene spiegato come funziona il sistema:

Olio di soia: al 100% da coltivazioni sostenibili

Alcuni prodotti di Upfield contengono olio di soia – un prodotto secondario derivante dalla produzione di farina di soia. Siamo convinti che l’olio di soia da noi utilizzato migliori la produttività e l’efficienza delle coltivazioni, riduca potenziali rifiuti e minimizzi l’impatto ambientale.

Upfield condivide le preoccupazioni sulla produzione di derivati della soia e punta alla piena trasparenza grazie alla collaborazione con i responsabili a livello comunale ed esperti esterni. Il 95% dell’olio di soia utilizzato da Upfield viene coltivato negli USA e in Canada e soddisfa le normative locali in termini ambientali. Il restante 5% proviene dall’Europa e dal Brasile – nel rispetto della moratoria sulla soia a tutela del bacino amazzonico.

Nell’ambito della propria catena di fornitura della soia, Upfield non contribuisce a un ulteriore deforestazione; inoltre collabora con i coltivatori di soia statunitensi per tutelare la qualità del suolo. In tale contesto sosteniamo la piantumazione di colture intercalari come sovescio.

Sojaols

Cellulosa e carta: al 100% da coltivazioni sostenibili

Upfield utilizza la cellulosa e la carta per il confezionamento. Rispettiamo lo standard FSC del Forest Stewardship Council e ci siamo impegnati a scegliere esclusivamente fornitori di cellulosa e carta che siano certificati FSC o che possano dimostrare una certificazione equivalente (ad. es. PEFC). Per quanto possibile per i nostri prodotti utilizziamo materiale riciclato. Nel 2018, circa il 60% della carta da noi utilizzata proveniva da fonti di riciclo.

Facciamo di tutto per evitare il disboscamento all’interno della nostra catena di fornitura e per comprendere e risolvere al meglio gli eventuali problemi derivanti dal danneggiamento delle foreste e dalla riduzione della biodiversità. Per questo motivo diamo estrema importanza al rispetto delle linee guida locali e nazionali e ci procuriamo esclusivamente legno FSC ottenuto legalmente da fonti sostenibili. Anche la tutela delle foreste ad alto contenuto di carbonio e dei siti dall’elevato valore ecologico sono aspetti fondamentali del nostro impegno a favore della sostenibilità.

Zelfstoff und papiereninkaufe